Gli ultimi giorni dell’anno

Io adoro gli ultimi giorni dell’anno. E’ tutto uno sfilacciarsi di carte e nastri residui. Io non butto nulla fino a gennaio e infatti la casa resta uno strano miscuglio di pacchetti aperti e fili colorati sul pavimento. In genere gli ultimi giorni dell’anno si comprano accessori: collane di pietre verdi da abbinare alle scarpe, guanti e cappelli neri in … Continua a leggere

Il 23 dicembre

Questa è una ricetta di un Natale personalizzato quando tutti aspettano la vigilia e invece voi state già scartando i regali. Essenziale che sia il 23. Il pomeriggio deve essere trascorso in centro, anche se non avete più da comprare regali (e comunque avrete da comprare regali). Bisogna entrare anche solo per un attimo in quelle grandi implosioni di gente … Continua a leggere

Aniciata

Lui chiama dalla stazione di Cordoba. Completamente ubriaco. Bloccato lì in attesa di poter prendere un qualsiasi maledetto treno per Madrid. La voce è distorta. Capisce poco, biascica, si ripete. Ha un labbro spaccato e sanguinante, ha vomitato, rovescia parolacce. A Madrid l’aspettava qualcuno, chissà se ha avvertito, chissà se arriverà mai. Domani dovrebbe partire per gli Stati Uniti; per … Continua a leggere

Gli uomini che / 3. Jude, ah, Jude.

Sì, buonanotte: People arriva ora. Io è quel dì che lo sostengo. Jude, ah, Jude. Suonami My funny valentine come nel Talento di Mr. Ripley. Anche con un sassofono finto, anche per scherzo. Suona o non suonare affatto. Ma vieni qui e sorridimi con quell’angolo delle labbra che si piega così e quegli occhi azzurri che sembrano neri, da quanto crudeli … Continua a leggere

Far finta di nulla

Metto su Ella Fitzgerald. A-Tisket, A-Tasket andrebbe canticchiata almeno una volta al giorno. I due mancano, eccome. Adesso però devo inghiottire le nostalgie, far finta di nulla e lavorare alla grammatica. Poi racconterò di come si facevano divertire le commesse e ci si addormentava sui divani. Dopo aver vinto o perso soldi, naturalmente.

Scongiurati massacri

Il massacro di Bazzano non è avvenuto, due o tre miei alunni sono meravigliosi – anzi tutti – e la musica che ascolto mi piace. E’ vero, gli esercizi di grammatica da consegnare all’editore per il 15 sono mostruose bestie che nascono per germinazione spontanea. Però domani arriva il ragazzo dagli occhi che lanciano coltelli; giovedì ci raggiunge la piccola … Continua a leggere