L’Avvocato, da Gianni

Mi addormento serena, dopo essere stata da Gianni e aver mangiato l’Avvocato. Si raccomanda a chi capitasse a Bologna di recarvisi immantinente – slurp.
Io, intanto, fra il ricordo dell’Avvocato sotto la lingua e le diteggiature del solito – scusate, sì, è lui – Mehldau, rischio di raggiungere parossismi di piacere difficili da gestire.

L’Avvocato, da Gianniultima modifica: 2003-07-27T00:30:00+02:00da capecchi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento