Alle 15.30 mi scodellano Martino e Rollins

Estate di Bruno Martino e Tenor madness di Sonny Rollins. Ripeto: Estate di Bruno Martino e Tenor madness di Sonny Rollins. Aggiungo: Estate di Bruno Martino che non sembra un pezzettone di Fausto Papetti.
Ecco, per me una trasmissione che manda in onda, per 15 minuti 15 – in pieno pasto alle ragazzine urlanti che sono lì per vedere Valerio nudo – un quartetto jazz con cantanti annesse, il quale quartetto ti scodella a dovere quell’Odio l’estateeeee e il si sol mi sol rollinsiano, con tanto di sassofonistino quattordicenne che speriamo Dio conservi, beh, scusate, ma quella trasmissione per me rischia di diventare Trasmissione Culto dell’Intera Stagione Televisiva 2003-2004 – anche se si tratta di Amici della De Filippi.

(Il post è un po’ involuto, ma sono ancora agitata – perché non mi aspettavo che alle 15.40 su Canale 5 potessi un giorno mai sentire addirittura un assolo di contrabbasso)

Alle 15.30 mi scodellano Martino e Rollinsultima modifica: 2003-09-20T16:42:54+02:00da capecchi
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Alle 15.30 mi scodellano Martino e Rollins

  1. Sabato a quello’ora ero ignominiosament e perduta dietro l’ultima tesina, ma tenevo per conforto la tv accesa (senza voce). Non appena ho scorso il ragazzetto col sax (se lo vedo lo riconosco), ti ho immantinente pensata incollata al video. Stefania

  2. Quando penso a Estate, pezzo bellissimo, non possono non pensarla almeno per un attimo cantata da Joao Gilberto in porto-italiano, tipo ‘Tornera’ un altro invernu, cadranno mille petali sgi rouse’.
    E nonostante queste, ehm, imprecisioni di pronuncia, rimane bella, anche perche’ la voce di Sgilbertu non scherza mica.

    Marco

Lascia un commento