Prima della partenza

E’ arrivato anche il 24 giugno, che poi sarebbe il compulsivo giorno prima della partenza per il Vermont. Nella testa si affollano, pigiati e scomposti, abiti vecchi e nuovi, libri abbandonati e portati, esami finiti, lavatrici impazzite, amiche preziose e diverse, portafogli svuotati, fogli domande dischi sassofoni fotografie alunni inizi d’abbronzatura stanchezze e poi ancora molto altro che chiudo in valigia, se c’entra – e mi trascino dietro per vedere se il verde è più verde e se le nuvole sono quelle che mi ricordo.

Prima della partenzaultima modifica: 2004-06-24T22:41:50+02:00da capecchi
Reposta per primo quest’articolo

7 pensieri su “Prima della partenza

  1. Un dramma. Per qualche motivo tutto cio’ che ha a che fare con la posta di Virgilio e l’accesso al blog non funziona. Non posso scrivere niente. Avrei da raccontare un po’ di cose e non posso. Sono annichilita.Rid otta a scrivere nei miei stessi commenti. (Gaia)

  2. Gaia carissima, sei già partita da quasi un mese. Questo significa che hai “scollinato” la metà del lavoro e si avvicinano le meritate vacanze.
    Alla sede tutto ok. Ho due corsi nel fall. Ci sentiamo quando torni.
    In bocca al lupo!
    whistle (rediviva)

Lascia un commento