Pigra

Jay Gatsby in completo bianco, il piatto squallore di una vita senza fumo intorno (e io non fumo), la pigrizia totale, il tredicenne con la faccia da sassofonista di Harlem che riesce a prendere distinto per farsi regalare un disco jazz. Questi i pensieri del momento. Ma soprattutto la pigrizia.

Pigraultima modifica: 2005-01-18T20:45:00+01:00da capecchi
Reposta per primo quest’articolo

7 pensieri su “Pigra

  1. Damiano, il tuo era un consiglio? Avevo pensato anch’io di regalargli Miles, poi sto sempre più pensando a Ella e Louis insieme. Anche perchè lui, l’alunno, canticchia come Satchmo. Da tener presente che l’alunno non ha mai ascoltato nulla di jazz. Sento addosso tutto il peso della responsabilità. (Gaia)

  2. La prima canzone che ho ascoltato e della quale sono ancora innamorato…?
    Almost Blu di Chet Baker.
    In effeti Milestones è un pò tosto da comprendere, va degustato con calma per essere assimilato nel migliore dei modi, se no si rischia di buttarlo al secchio.
    Damiano.

  3. Scusate se mi intrometto, non vorrei sembrare banale però forse Kind of Blue… che io lo vedo come un punto di partenza per tornare indietro e riscoprire o per andare avanti e ascoltare qualsiasi cosa, potrebbe essere indicato. Poi certo c’erano tutti come in Milestones, c’era Coltrane, c’era Chambers, Cannonball, ma in più c’era anche Bill Evans. Billone Evans mioddio. Di più non si può volere. E poi c’è So What. E poi scusa Gaia fai pur come credi, ho l’impressione che non sbaglierai.
    [Rab]

Lascia un commento