6 pensieri su “Billie

  1. Sono rischi che bisogna correre; alle volte ti svegli dentro una coltre di bambagia emotiva così forte che potresti persino pronunciare paroline tipo “sinergie attivabili”.

    Allora far partire una voce come quella di Billie è assolutamente purificante; dentro la voce c’è la vita che ha fatto, il dolore incancellabile e la invincibile fragilità che non finirà mai di affascinarmi del lato femminile della vita.

    Come passare un pezzo di carta vetrata sull’anima.
    ciao Fabio

  2. Che fai, mi rubi le espressioni senza saperlo? L’ho scritto già io da qualche parte, che la sua voce è come carta vetrata che ti scortica pelle e tutto. Però il binomio “sinergie attivabili” giuro che non te lo perdono. Eh.

Lascia un commento