E la chiamano estate

Avrei così tante parole da scrivere.
Le mille feste del mio compleanno, la fine della scuola che è sempre bella ma insomma, questa stagione che stenta a partire e sta lì, la Nina e i suoi kinder maxi, i panini da preparare. Ma invece non mi viene nulla. Da giorni. Come annichilita. Quello che mi viene bene è solo dormire, il pomeriggio, serrande abbassate, sotto le lenzuola, due ore di pace. Da cui svegliarsi è sempre un pugno in faccia.
E la chiamano estate.


http://capecchi.myblog.it/media/02/02/03db60c43539146486d1919333eeb107.mp3

(Bruno Martino, E la chiamano estate. Canzone per quando l’estate è solo un’idea vaga. Oppure disturbante)

E la chiamano estateultima modifica: 2008-06-11T18:25:00+02:00da capecchi
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “E la chiamano estate

Lascia un commento