Ben Quick o Brick Pollitt?

a9de115b8354b54b6b4c2a8c205abcbc.jpg

Un-uomo-uno solo-uno solo-quello e tutti gli altri al macero per sempre e senza tema di sbagliare? Io ce l’avrei. Anno 1958, The long hot summer oppure Cat on a hot tin roof. Ecco, quel Paul Newman lì. Mi scusino tutti gli altri ma non c’è competizione alcuna. Per nessuno. Buttate pure via tutte le vostre canottiere, chè come la porta lui non la porta nessuno.

Ben Quick o Brick Pollitt?ultima modifica: 2003-09-28T17:15:00+02:00da capecchi
Reposta per primo quest’articolo

11 pensieri su “Ben Quick o Brick Pollitt?

  1. da piccola avevo un amico identico a paul newman. l’ultima volta che l’ho visto aveva ventisei anni e ci stava ancora dentro parecchio. è figlio di un prefetto, ed ha studiato ingegneria al nord, tuttavia non è mai riuscito a liberarsi dell’accento avellinese. se per te va bene lo stesso, posso metterti in contatto o procurarti una foto. (robba)

  2. Un’attrice di cui non mi sovviene il nome disse, “Le donne, col tempo, invecchiano. Gli uomini diventano Paul Newman”. Ho incompatibilità cromatiche col marchio di fabbrica del grande Paul. Ma mi piacerebbe avergli recitato al fianco ne Il Colore Dei Soldi. Invece c’era Tom Cruise. [Ja]

  3. Io certo non la butto. Io con la canottiera faccio la mia porca figura; anzi, la mia canottiera su di me fa una porca figura. Ho un intimo creato su misura: tutte le mattine armato di forbici adatto le mie t-shirt al mio umore, all’abbigliame nto sovrastante e al clima della giornata. Pezzi unici, irripetibili. Solo di recente ho scoperto, sgomento, che non è una prassi comune. Saluti. AR

  4. Le faccio solo per me, è chiaro. Non è cattiva volontà è che non sarebbe possibile altrimenti. Primo perché si tratta di intimo, appunto, eppoi perché l’idea stessa di industrializzar e la pratica ne vanificherebbe la natura. Occorrerebbe poi troppa empatia, tra l’altro, e io non ne dispongo. Ma forse per te farò uno sforzo. AR

Lascia un commento