Pastine in brodo

Mentre la città si sfalda in fanghi solo appena bistrati di bianco, io, in pieno accordo con Whistle, sono terrorizzata, inutile negarlo. E stop.
Vogliamo poi parlare del fatto che ho la febbre e domattina però devo andare lo stesso perché c’è la responsabile del dipartimento in classe e bla bla bla? No, non parliamone.
Davvero, la faccenda è seria ma a me che m’importa: tanto ho subìto un’improvvisa regressione infantile in ambito alimentare; e ciò mi salva. Infatti da ieri ho una pazza voglia di pastine in brodo con il formaggino Mio. E pregusto la cena pensando al conforto caldo di quel piatto fondo con la sua sciocca innocenza dentro.

Pastine in brodoultima modifica: 2004-01-28T19:32:02+01:00da capecchi
Reposta per primo quest’articolo

7 pensieri su “Pastine in brodo

  1. voglio la minestrina. voglio il formaggino. voglio la febbre. voglio smettere di preoccuoparmi. voglio smettere di cercare di far funzionare quello che non funzionerà mai, neanche in cento anni di straordinari. voglio tornare a casa. adesso. voglio la mamma.

  2. Venerdì 30 gennaio 2004
    CONGRESSO SPONSORED BY EMINFLEX
    “diluvio di stelline in brodo con formaggino tigre lasciato a sedimentare per dieci minuti”

    introduzione
    Gioia della malattia come recupero dell’infanzia mai goduta
    Prof. Macaluso Gomena

    Relatore
    Guarnita De Zollo
    “il grasso a pelo d’acqua: zupparci i crostini do pane fritto o bere col risucchio?”

    Ovvia.

  3. Come potevo non postare alla mia Gaietta! Hai l’influenza, accidenti, ma un bel formaggino fa la sua parte.
    Io, quando sto male cerco il mio babbo. Il poveretto si mette in macchina e viene a passare un pomeriggio accanto a me. Mi misura la febbre, mi somministra qualcosa (non è un medico , ma è stato in farmacia 45 anni!) e… (dovete crepare d’invidia!!!) …. mi legge pagine di libro. Dio, che libidine.

Lascia un commento